Saldi estivi fino al -50% – Vai alle offerte!
Più di 800 marche
30 giorni di reso gratuito
Filtro

Luci per ebike: come sceglierle

Se pedali in e-bike quando il sole è sceso, o non è ancora comparso, dietro l’orizzonte non puoi fare a meno di un buon impianto di illuminazione. Le luci delle e-bike sono importante non solo per vedere bene, ma anche per permettere agli altri utenti della strada di individuarti facilmente, soprattutto quando l'illuminazione stradale è scarsa. E parlando di impianto di illuminazione devi anche tenere in considerazione cosa prevede il Codice della strada in materia. Di seguito ti spieghiamo cosa devi assolutamente considerare quando acquisti un nuovo set di luci per e-bike. Continua a leggere

Ordina per Preferenza

Le luci bici elettrica: indispensabili quando si pedala a ogni ora

Solo se la tua e-bike è dotata di una buona illuminazione puoi pedalare in sicurezza al buio, sia che si tratti di una pista ciclabile, di una strada o di un sentiero nel bosco. E oltre a essere una norma di buon senso, è anche una norma di legge. Nell’articolo 68 del Codice della strada italiano in materia di “Caratteristiche costruttive e funzionali e dispositivi di equipaggiamento dei velocipedi”, e si perché una bici ancorché elettrica è pur sempre un velocipede, con l'eccezione delle S-Pedelec che vedremo, vengono elencati i vari elementi di illuminazione che devono essere montati su una bicicletta quando viene utilizzata su strada. Questi includono i componenti classici delle luci bicicletta, come i fanali e le luci posteriori, ma anche i catarifrangenti anteriori e posteriori e i catarifrangenti per raggi e pedali, denominati rifrangenti. Questi requisiti si applicano, come detto, anche alle e-bike.

E per una buona ragione: non solo spesso si è più veloci su una bici elettrica che su una bici classica, ma la si usa anche più spesso per gli spostamenti quotidiani a ogni ora del giorno. E i moderni sistemi di illuminazione rendono molto più sicura la guida di una e-bike al mattino presto o alla sera. Grazie ai requisiti tecnici delle e-bike in termini di elettronica, le opzioni di illuminazione delle bici a pedalata assistita sono molto varie. Oggi sono disponibili luci di stop e luci di marcia diurna per le biciclette elettriche. In molti casi, un impianto di illuminazione è già installato sulle nuove biciclette elettriche. Ma è possibile sostituirlo con una luci per ebike migliori o che preferisci. Spesso i nuovi impianti possono essere adattata anche alle biciclette elettriche più vecchie.

Codice della strada italiano: quali elementi di illuminazione sono obbligatori per essere in regola con le luci per ebike

Vuoi equipaggiare la tua ebike per renderla 100% conforme al Codice della strada italiano? Come recita l'articolo 68 sono necessari i seguenti elementi di illuminazione che “devono essere funzionanti da mezz'ora dopo il tramonto del sole a mezz'ora prima del suo sorgere e anche di giorno nelle gallerie, in caso di nebbia, di caduta di neve, di forte pioggia e in ogni altro caso di scarsa visibilità, durante la marcia sia nei centri abitati che fuori dai centri abitati”:

  • Faro anteriore bianco o giallo: fornisce il cono di luce anteriore.
  • Luce posteriore rossa: illumina la parte posteriore e aumenta la tua visibilità per i veicoli si avvicinano da dietro.
  • Rifrangente posteriore rosso: riflette verso la parte posteriore e aumenta la tua visibilità da dietro.
  • Rifrangenti su entrambi i lati: non è specificato dove, ma di solito si applicano due catarifrangenti gialli sui raggi per aumentare la visibilità laterale. Le strisce bianche riflettenti sui pneumatici possono essere d'aiuto in questo caso.
  • Rifrangenti sui pedali: devono essere applicati dei catarifrangenti gialli senza specificare dove, di solito si posizionano sulla parte anteriore e posteriore dei pedali. Nei pedali minimali delle MTB elettriche o delle e-Road possono essere posizionate delle bande adesive rifrangenti.

Fanali per bici elettriche conformi alla norma StVZO tedesca

Il Codice della strada tedesco (StVZO) in materia di bici è uno dei più restrittivi e completi in Europa, tanto da essere spesso preso come modello e standard. La normativa italiana non è così specifica, ma se con la tua ebike viaggi anche fuori dall’Italia è bene conoscere la normativa tedesca. Per quanto riguarda l'illuminazione delle biciclette e delle e-bike, stabilisce che deve essere alimentata da una dinamo, da una batteria o da un'unità di accumulo ricaricabile. La luce anteriore deve essere regolata in modo da non abbagliare gli utenti della strada che sopraggiungono. L'illuminazione omologata ha anche un cosiddetto numero K, che viene apposto in modo visibile sui rispettivi prodotti. Si riconosce dalla K maiuscola e dal numero di omologazione.

Le sole luci lampeggianti non sono sufficienti, ma possono essere utilizzate come illuminazione supplementare. Tieni presente questo fattore, poiché vi sono luci per il solo mercato tedesco che sono prive della funzione lampeggiante. Se il rifrangente è integrato nella luce posteriore non è necessario montarne uno aggiuntivo. Anche in Germania possibile utilizzare altri tipi di illuminazione al di fuori dell'ambito di applicazione dello StVZO. Le S-Pedelec, le bici elettriche che possono arrivare ai 45 km/h di velocità, sono soggette a regole proprie come andiamo a specificare.

Caso speciale S-Pedelec: valgono regole diverse!

Molto poco diffuse nel nostro Paese, le S-Pedelec sono biciclette elettriche con assistenza della pedalata fino a 45 km/h per cui necessitano di una targa e di un'assicurazione come i ciclomotori e devono circolare con le luci accese anche di giorno. Le norme per le luci sulle S-Pedelec sono più severe, per questo la maggior parte dei costruttori installa l'apposito equipaggiamento di serie. Quindi, quando lo sostituisci, o compri dei ricambi, assicurati che anche il nuovo impianto di illuminazione per e-bike e i suoi accessori siano conformi alle specifiche S-Pedelec.

La migliori luci per ebike per come uso io la bici elettrica

Come per molti altri componenti della bicicletta, la giusta illuminazione per e-bike dipende dal tipo di bici a pedalata assistita e dall'uso che se ne fa. Se torni a casa dal lavoro in bicicletta ogni giorno all'imbrunire, potresti aver bisogno di una luce per la tua bici a pedalata assistita più potente rispetto a chi la usa per andare a fare l'aperitivo solo il venerdì sera. Alcuni e-biker si divertono a pedalare sui trail anche al buio e hanno bisogno di un sistema di illuminazione particolarmente luminoso sulla loro MTB elettrica. Molti usano anche la luce sui caschi, anche se non sono autorizzate per l'uso nel traffico stradale, visto che potrebbero abbagliare gli altri utenti della strada.

Comunque, in molti casi, non è necessaria una batteria propria per l'illuminazione della e-bike. Come già accennato all'inizio, molte city bike e MTB elettriche moderne hanno la possibilità di collegare le luci direttamente alla batteria dell'e-bike. Le luci convenzionali, alimentate da una batteria standard, non sono quindi quasi mai utilizzate sulle e-bike.

Luce per e-bike: quali sono le varianti disponibili?

Le luci per biciclette elettriche sono disponibili in un'ampia gamma di livelli di prezzo e qualità. La maggioranza dei modelli monta ormai moderni LED: i produttori si affidano a potenti luci a LED sia per i fanali anteriori che per le luci posteriori. Eccoti una guida sui tipi di luce presenti nella nostra gamma di luci per e-bike.

Faro bici elettrica: per una visibilità perfetta su strada e sui trail

Grazie alla generosa potenza della batteria, le attuali luci anteriori per e-bike sono spesso molto più versatili delle luci per biciclette classiche. I modelli premium dei fari bici elettrica offrono diversi livelli di illuminazione per avere sempre il giusto livello di illuminazione. E molti fanali per bici elettriche sono in grado di fare ancora di più: hanno un fascio di luce abbagliante, ad esempio, paragonabile a quello dei fari di un'automobile, progettato per illuminare al meglio la strada o il sentiero. Alcuni vengono comandati tramite il controllo remoto dell'e-bike, altri hanno un pulsante dedicato sul manubrio. Le luci di parcheggio o le luci di marcia diurna sono integrate in molti modelli e aumentano ulteriormente la sicurezza. La funzione di accensione automatica è una caratteristica pratica dei modelli di alta gamma.

Luce posteriore per e-bike: visibili anche da lontano

Le luci per bici elettrica posteriori hanno funzioni anche più avanzate. Alcune sono dotate di una luce di stop integrata molto simile a quella che si trova sulle auto. Queste luci posteriori per e-bike offrono quindi una sicurezza ancora maggiore nel traffico stradale.

Consigli per l'acquisto: cosa cercare nei fanali per bici elettriche

Vuoi acquistare nuove luci per la tua ebike? Di seguito abbiamo elencato i criteri più importanti a cui devi prestare attenzione quando acquistate un nuovo sistema di illuminazione per ebike.

  • Intensità luminosa: i produttori di solito specificano i lux o lumen come unità di misura della luminosità delle luci per e-bike. Il lumen descrive la totalità del flusso luminoso di una lampada. Lux è invece la quantità del flusso che illumina una superficie. La maggior parte dei sistemi di illuminazione dispone della regolazione di diversi livelli in cui la luminosità viene attenuata.
  • Campo luminoso: ma per l'impianto di illuminazione della tua e-bike non è importante solo la potenza dell'illuminazione, ma anche il modo in cui illumina l'ambiente circostante. Le lampade si differenziano, ad esempio, per l'ampiezza del cono di luce. Su alcuni modelli i lati del cono di luce sono più forti per illuminare meglio l'area potenzialmente più scura.
  • Caratteristiche della lampada: in molte luci per e-bike, la lampada viene alimentata dalla batteria. Molto spesso la luce può essere controllata anche tramite il display della e-bike. Le varie modalità di illuminazione sono importanti, in quanto consentono di risparmiare batteria. Anche il meccanismo di fissaggio della luce alla bicicletta è un fattore a cui prestare attenzione al momento dell'acquisto.

Questo ci porta al fissaggio delle luci per ebike sulla bici.

Come si fissano le luci sulla e-bike?

Spesso le luci anteriori vengono fornite con semplici morsetti a clip per montarli sui diversi manubri o reggisella. Ma esistono anche luci posteriori integrate nel parafango. Alcuni produttori offrono delle staffe speciali, ad esempio per il montaggio sull’attacco manubrio per fissare o rimuovere la luce in modo rapido e semplice. Nella nostra categoria accessori luci troverai sicuramente la staffa giusta per la tua bici e altri pratici accessori.

Illuminazione per biciclette elettriche in sintesi

Oggi esistono numerose opzioni di illuminazione per le biciclette elettriche in tutte le fasce di prezzo. Spesso l'illuminazione può essere alimentata direttamente dalla batteria della e-bike. Al momento dell'acquisto è importante considerare dove si pedalerà al buio, vi è infatti molta differenza se si pedala nel traffico stradale o se si cerca una luce per il divertimento notturno nei boschi.

Attenzione: come tutte le biciclette che vengono utilizzate su strada, anche una e-bike deve essere conforme al Codice della strada, altrimenti rischi una multa e il sequestro del mezzo.