Più di 800 marche
30 giorni di reso gratuito

Luci per bici: come viaggiare sicuri sulla strada

Quando si parla di accessori ed equipaggiamenti per la bici, la luce è uno degli aspetti più importanti da considerare. Soprattutto di notte, hai bisogno di una luce visibile in lontananza. Ma le luci per bici servono anche a farti vedere meglio quando pedali nell'oscurità. Se la tua luce illumina chiaramente la strada davanti a te, puoi riconoscere in tempo eventuali ostacoli e reagire di conseguenza. Quindi, se la tua bici è equipaggiata con una buona luce, non appena le condizioni di illuminazione peggiorano, indipendentemente da dove tu stia pedalando, viaggerai meglio e più sicuro. Continua a leggere

Ordina per Preferenza

Norme giuridiche relative alle luci per bici

Le disposizioni relative alle luci per bici sono riportate nel § 67 del regolamento tedesco per l'omologazione dei veicoli (StVZO). Qui è riportato chiaramente come, in caso di penombra, oscurità o condizioni di scarsa visibilità, una bici possa essere ritenuta sicura per muoversi nel traffico solo se dotata delle luci e dei catarifrangenti adatti. Questi comprendono:

  • Luce anteriore: luce bianca con catarifrangente (singolo o combinato)
  • Luce posteriore: luce posteriore rossa con catarifrangente (singolo o combinato)
  • Pedali: catarifrangenti gialli, rivolti in avanti e indietro
  • Raggi e pneumatici: strisce riflettenti sulle ruote o almeno due riflettori per raggi su ciascuno pneumatico, anteriore e posteriore

Se viaggi senza luci o solo con luci non adeguate, in caso di controllo stradale puoi incorrere in un richiamo o in una sanzione. È importante sapere che, quando le condizioni di illuminazione e di visibilità lo richiedono, le luci devono essere pronte all'uso. Quindi, anche se utilizzi un sistema di fissaggio flessibile o di montaggio rapido senza attrezzi, devi avere sempre con te le tue luci per bici, per poterle utilizzare all'imbrunire o in caso di condizioni climatiche avverse.

Quali sono le luci migliori per la tua bici?

Dall'elenco riportato sopra emerge come le luci per bici sicure per muoversi nel traffico includano sorgenti luminose attive e passive. Gli elementi attivi, come luci anteriori e posteriori, sono alimentati tramite batterie, accumulatori o dinamo ed emettono luce propria, mentre gli elementi passivi, come catarifrangenti anteriori, posteriori e per raggi, riflettono semplicemente la luce che li colpisce (ed è per questo che vengono chiamati anche "riflettori"). 
Molte city bike vengono vendute già equipaggiate con le luci prescritte, pronte per essere utilizzate nel traffico stradale. Lo stesso non vale per le bici da corsa e le mountain bike. In questo caso, spesso il compito di acquistare le luci per bici spetta a te. Pur avendo il vantaggio di poter scegliere le luci che meglio si adattano alle tue abitudini, potrebbe essere difficile, tra tutte le offerte apparentemente illimitate, scegliere quella giusta. Ma non preoccuparti: BIKE24 ti offre di seguito una panoramica dei principali criteri. Tra questi, il più importante è che le luci siano approvate dalla motorizzazione civile tedesca per il traffico stradale. L'omologazione è riconoscibile da un simbolo: la lettera "K" con un'onda riportata sul corpo del fanale.

Alimentazione: accumulatore o dinamo?

Per molto tempo la dinamo ha rappresentato l'unica alternativa possibile. Nonostante i moderni accumulatori e batterie, questo tipo di alimentazione continua a offrire una serie di vantaggi per le luci per bici:

  • La dinamo (e in genere anche le luci collegate) è fissa sulla bici. In questo modo si esclude che, quando ce n'è bisogno, tu possa accorgerti di aver dimenticato la tua luce per bici a casa. Inoltre, in caso di brevi soste durante la pedalata, non sei tenuto a smontare ogni volta le luci dal momento che non è così semplice rubarle.
  • Non devi preoccuparti di ricaricare le luci perché la dinamo genera corrente dall'energia prodotta durante il movimento della bici. Puoi quindi contare sul fatto che la tua bici non rimarrà mai senza luce quando ne avrai bisogno.

Peraltro, le dinamo al mozzo moderne, a parte il principio di base con cui generano corrente, non hanno più niente in comune con le vecchie dinamo a rotore laterale montate lateralmente sulla ruota anteriore o posteriore e caratterizzate da una maggiore resistenza dei pedali causata dall'attrito sullo pneumatico. Oggi la dinamo è montata nel mozzo della ruota e genera una minore resistenza, oltre a essere protetta da sporcizia e umidità. Con un apposito adattatore, puoi anche utilizzare una dinamo al mozzo durante la giornata per ricaricare il tuo smartphone. Un'opzione particolarmente utile se utilizzi il tuo smartphone come navigatore durante lunghe escursioni. 
Se invece utilizzi la tua bici soprattutto per fare sport e magari anche su terreni non asfaltati, potresti preferire luci per bici con accumulatori o batterie. Perché anche una dinamo moderna incide sul peso della bici: una caratteristica che magari si nota appena nel traffico stradale, ma della quale puoi sicuramente accorgerti quando percorri terreni accidentati. Inoltre, le luci a batteria e ad accumulatore presentano i seguenti vantaggi:

  • Le luci, solitamente piccole e maneggevoli, possono essere riposte facilmente in tasca quando non utilizzate, consentendoti di averle sempre con te. In genere, il montaggio e lo smontaggio non richiedono l'ausilio di attrezzi. Alcune versioni prevedono il montaggio fisso sulla bici di uno speciale supporto che ti permette di attaccare e staccare la luce in un attimo.
  • Se ci tieni a non stravolgere il look della tua bici, puoi scegliere le luci per bici applicabili con morsetti flessibili al manubrio o al reggisella. In questo modo, non sarà necessario montare un supporto fisso sulla bici.
  • Se scegli una luce per bici con porta USB, puoi caricarla al bisogno, anche quando sei in giro, semplicemente con un power bank o utilizzando il caricatore del tuo smartphone.
  • Non sei legato a un determinato modello di luce, ma puoi scegliere le luci che più preferisci. In particolare per la luce anteriore, ad esempio, potresti avere esigenze diverse, a seconda che tu ti ritrovi a pedalare in città o in zone poco illuminate. 

Quali luci siano più adatte a te dipende dunque da dove e da come utilizzi la tua bici. Una dinamo è una buona scelta se percorri tragitti brevi nel traffico cittadino o per andare a lavoro tutti i giorni, mentre le luci ad accumulatore e a batteria offrono una maggiore flessibilità per chi pratica sport.

Quale intensità luminosa dovrebbe avere la tua luce per bici?

Il secondo aspetto da considerare nella scelta delle luci per bici sono l'intensità e il tipo di luce. La legge prescrive un'intensità luminosa di almeno 10 lux. Si tratta di un valore relativamente basso che ti aiuta a malapena a vedere meglio l'ambiente intorno a te, ma che ti permette di essere più visibile per gli altri utenti della strada. Di conseguenza, maggiore è la frequenza con cui percorri strade scarsamente illuminate, maggiore dovrebbe essere l'intensità della tua luce. 
Dopo aver utilizzato per lungo tempo le tradizionali lampadine, hanno iniziato a farsi strada le luci per bici a LED. Una luce per bici a LED non solo dura di più, ma, rispetto alla lampadina, è sostanzialmente più luminosa, genera un fascio di luce più ampio ed è anche più compatta. Inoltre, il consumo di energia dei LED è molto basso, consentendo di prolungare chiaramente la vita utile di una luce per bici con porta USB o alimentazione a batteria. 
Indipendentemente dai valori in lux o lumen, una corretta impostazione della luce ti permette di non abbagliare gli altri utenti della strada. Per questo motivo, i modelli approvati per il traffico stradale sono dotati di una cosiddetta protezione antiabbagliamento che genera una linea di demarcazione nel fascio di luce. In ogni caso, per l'utilizzo offroad sono consigliate luci con intensità luminosa superiore ai 150 lux. Sono molto più utili perché illuminano in modo ottimale i terreni accidentati e permettono al ciclista di riconoscere in tempo pericolosi ostacoli. 
L'ultimo criterio sono le dimensioni del campo luminoso generato da una luce per bici. In questo caso, occorre confrontare tra loro i vari modelli. Un campo luminoso ampio con linea di demarcazione è conforme alla legge tedesca StVZO e consentito per il traffico cittadino e la circolazione su piste ciclabili.

Trova le luci per bici ideali su BIKE24

Nel negozio online di BIKE24 trovi un vasto assortimento di luci per bici per qualsiasi campo di utilizzo, dalle singole luci e dai singoli catarifrangenti ai set che contengono luci sia anteriori che posteriori.