Saldi estivi fino al -50% – Vai alle offerte!
Più di 800 marche
30 giorni di reso gratuito
Filtro

Bici MTB Enduro: perfetta in discesa, pedalabile in salita

La mountain bike è legata indissolubilmente alla discesa. Niente regala emozioni come un single track nel bosco alla massima velocità. La ricetta per questa felicità sono copertoni ampi e ben tassellati, sospensioni dalle lunghe escursioni. Ma ogni medaglia ha il suo rovescio: la discesa inizia dove finisce la salita. E per arrivare in cima alla salita una bicicletta da enduro è il giusto compromesso. Continua a leggere

Ordina per Preferenza

La bici da enduro, per chi ama la discesa anche senza impianti di risalita

Quando le bici da enduro sono nate, sono state concepite per riempire quel vuoto tra biciclette ottimizzate per la salita quali le cross country e le ultra-specialistiche per la discesa, le DH. Oggi che quel vuoto è affollato, con molti modelli trail e all mountain, le MTB enduro sono state spinte verso la specializzazione discesista, cosa che caratterizza le competizioni enduro in bici. Una bici enduro è quindi la bici perfetta per chi ama la discesa, le emozioni forte che solo i trail a pendenza negativa possono offrire, ma non ha a disposizione, o preferisce evitare, bike park e mezzi di risalita. Ma andiamo a vedere nel dettaglio la bicicletta enduro.

Le MTB Enduro sono sempre full suspended? O esistono anche MTB Front enduro?

Parlando di una bici soprattutto da discesa, la doppia sospensione è quasi un obbligo. Visto che le definizioni non sono così rigide, scusate il gioco di parole per una MTB biammortizzata, potremmo anche trovare catalogata una MTB Front Enduro, ma forse sarebbe più corretto chiamarla MTB Trail.

Che escursione delle sospensioni deve avere una MTB Enduro?

Premesso che non è solo l'escursione delle sospensioni a determinare le caratteristiche, e quindi la categoria di una bici, ma vi sono altri fattori come le geometrie di telaio e sospensioni, in generale si parla di bici da enduro per travel, l'escursione in inglese, che vanno dai 140 ai 180 m. Con escursioni sotto quella forbice classificheremo le biciclette come MTB All Mountain, da 180 mm in su sconfiniamo nel campo delle MTB Downhill.

Ammortizzatore posteriore ad aria o a molla?

Sulle MTB classificate da enduro troveremo entrambi i tipi di shock. Alcuni produttori preferiscono il sistema a molla per il suo funzionamento lineare, altri quello ad aria per la sua maggiore leggerezza complessiva.

Qual è il diametro di ruota ideale?

Le ruote da 29 pollici sono ormai lo standard anche tra le MTB Enduro. Vi sono però ancora produttori che prediligono la maneggevolezza delle ruote da 27,5. Si vedono anche sempre più biciclette da enduro in configurazione mullet, ossia con la ruota anteriore da 29 pollici e quella posteriore da 27,5. Un modo per spremere al meglio la bici grazie alle caratteristiche dei due tipi di ruota.

Reggisella telescopico: indispensabile?

La sella alla giusta altezza garantisce la spinta necessaria per pedalare bene in salita. Senza il tubo reggisella che esce dal telaio si riesce ad arretrare e abbassare la posizione in bici per ottenere il perfetto baricentro per il massimo controllo in discesa. Due situazioni opposte e da sempre ricercate nel mountain biking, dalla molla attaccata al tubo reggisella degli anni novanta si è passati ai reggisella telescopici a funzionamento idraulico di oggi. Attraverso il comando remoto posizionato sul manubrio, si può abbassare la sella per affrontare la discesa e farla tornare in posizione quando c'è da pedalare in salita. Il dropper, l'altro nome del reggisella telescopico, è ormai tra gli accessori fondamentali su una bike da enduro, tanto che molti telai prevedono un passaggio interno dedicato al filo del comando. Possiamo proprio dire che enduro bici con reggisella telescopico sono un connubio indissolubile.

Quale è l'impianto frenante perfetto sulla MTB da enduro?

Risposta scontata: freni a disco idraulici a quattro pistoncini e rotori di diametro generoso. Generalmente su una bici da enduro si monta un disco all'anteriore da 203 mm e al posteriore da 180 mm. Un po' di peso extra, ma una potenza frenante e una modulabilità che si rivelerà estremamente utile non appena smetterai di pedalare per lanciarti in discesa.

Manubrio e copertoni: quali preferire e quanto larghi?

La larghezza del manubrio è determinata dalle caratteristiche fisiche del biker e dal tipo di mountain biking. Su queste biciclette, con ruote da 29 pollici in particolare che richiedono una larghezza maggiore rispetto alle 27,5, si consigliano manubrio tra 740 e 780 mm. Passando ai copertoni, le sezioni vanno dai 2,30 ai 2,50 pollici. Ma non dimenticarti che la sezione non è l'unico fattore che determina il comportamento di una copertura.

Mescola e disegno sono altrettanto importanti, specie su terreni diversi come l'asciutto e il fango. Potresti poi voler montare una sezione più larga all'anteriore per migliorare il controllo in curva e uno più stretto al posteriore per una trazione maggiore. O magari un copertone wired, con l'archetto di rinforzo, invece di uno pieghevole… le opzioni sono infinite, pronte a soddisfare le esigenze di ognuno di noi.

Carbonio o alluminio, quale materiale è il migliore su una bicicletta da enduro?

Questo tipo di bici verrà strapazzato senza troppi riguardi, per cui l'alluminio è sempre un buon compromesso tra prezzo di acquisto e prestazioni sul campo. Certo, budget permettendo, visto che qualche etto risparmiato in salita fa sempre comodo, una telaio in carbonio di alta gamma è il sogno proibito di tanti biker!

Su una MTB Enduro troverò sempre una trasmissione monocorona?

Quasi certamente sì. È un sistema ormai collaudato, con l'aggiunta di appositi guidacatena i salti di catena sono estremamente rari. Grazie ai gruppi a 12 rapporti e alle cassette dal range amplissimo avrai sempre il rapporto giusto, quindi il monocorona è ormai la trasmissione regina su questo tipo di mountain bike.

Il casco integrale è l'unico da usarsi su una MTB Enduro?

La risposta è sì, e non solo per una questione di look. La sicurezza è un fattore primario, imprescindibile e solo un casco integrale con mentoniera garantisce la protezione nelle discese effettuate a tutta. Per fortuna, la tecnologia ci viene incontro e sul mercato sono presenti caschi modulari che permettono di smontare la mentoniera, permettendo così leggerezza e ventilazione in salita tipici del casco da bici, ma anche la massima protezione a mentoniera montata, come ci si aspetta da un casco per MTB Enduro. E parte integrante degli accessori di sicurezza sono le protezioni, l'armatura in plastica necessaria per cavalcare il tuo destriero!

E MTB Enduro sia!

Arrivato qui la tua voglia di Enduro MTB è esplosa? Bene, non ti resta che sceglierne una nel vasto catalogo di BIKE24, troverai sicuramente la bici da enduro perfetta per te, muscolare o eMTB Enduro, a te la scelta!