Saldi estivi fino al -50% – Vai alle offerte!
Più di 800 marche
30 giorni di reso gratuito
Filtro

La forcella rigida: una evoluzione continua

Vuoi provare nuove sensazioni di guida in MTB? Rendere più confortevole la tua bici da corsa un po' datata o hai bisogno di attacchi supplementari alla forcella per le tue avventure in gravel? Qualunque sia il motivo, se sei alla ricerca di una nuova forcella rigida per la tua MTB, bici da corsa o gravel sei nel posto giusto. Andando a ordinare la tua nuova forcella rigida dovrai tenere in considerazione alcuni parametri, ma non preoccuparti, ci siamo qui noi per aiutarti. Continua a leggere

Ordina per Preferenza

Come scegliere una forcella rigida

La chiamiamo rigida, ma non per questo è scomoda. La forcella rigida è semplicemente la forcella che da sempre è installata sulle due ruote a pedali, prima che le forcelle ammortizzate facessero la loro comparsa sulle MTB. Grazie a geometrie e materiali come il carbonio, una forcella rigida può essere la scelta giusta su biciclette in cui si cerca leggerezza, manutenzione semplificata e massima precisione di guida.

Come è fatta un forcella rigida

Una forcella da bici rigida è composta dalle seguenti parti:

  • Cannotto o stelo
  • Testa forcella
  • Foderi
  • Punte forcella o forcellini
  • Attacco freno

Il cannotto, talvolta erroneamente chiamato canotto con una sola n, è la parte che va a inserirsi nel tubo di sterzo del telaio. La testa forcella è la piastra che ospita la serie sterzo e raccorda il cannotto con i due foderi, la parte visibile della forcella, alla cui estremità troviamo i forcellini a cui viene fissata la ruota anteriore. Nelle forcelle per freni a pattino l'asola per il freno si trova sulla corona, mentre per il freni a disco troviamo gli attacchi freno sul fodero destro. Ma cosa si deve verificare a livello di compatibilità per acquistare la forcella giusta? Vediamolo.

La bici su cui montare la forcella rigida

Abbiamo visto come possiamo trovare questo tipo di forcella su ogni tipo di bici. Naturalmente le varie forcelle sono progettate per lavorare al meglio sui bici pensate per diversi usi e terreni. Avremo quindi:

  • Forcella rigida per bici da corsa
  • Forcella rigida Gravel
  • Forcella rigida MTB
  • Forcella rigida BMX

Le abbiamo elencate in termini di robustezza. Dalle forcelle più leggere e minimali per le leggere bici da strada quasi sempre in carbonio, alle robustissime forcelle in acciaio per BMX. Ma quali standard costruttivi rispettano queste forcelle? Passiamoli in rassegna.

Il diametro della ruota

Ogni forcella è dimensionata, e ottimizzata, per ospitare un diametro di ruota. Per cui, la forcella da BMX sarà pensata per ruote da 20 pollici, o 26 in caso di cruiser. La forcella rigida per bici da corsa, cosi come per la forcella rigida gravel, è disponibile nei seguenti standard espressi in pollici, millimetri e standard ETRTO:

  • Forcella rigida 26 pollici / 650b / 584
  • Forcella rigida 28 pollici / 700c / 622

Per le mountain bike, ma anche per le bici da trekking, avremo:

  • Forcella rigida MTB 26 pollici
  • Forcella rigida MTB 27.5 pollici
  • Forcella rigida MTB 29 pollici

E se la forcella da 26 è dedicata soprattutto al restauro delle MTB più datate, una forcella rigida 29 può dare un po' di pepe e sprint in più a una mountain bike hardtail di ultima generazione. Partiamo dall'alto e passiamo al cannotto.

I vari tipi di cannotto della forcella

Il cannotto, o stelo, della forcella si differenzia per:

  • Filettatura
  • Diametro
  • Materiale

Il cannotto filettato e il cannotto liscio

Il cannotto della forcella rigida filettata nasce per essere installato su bici ormai datate che utilizzano una serie sterzo a vite, threaded in inglese. Lo stelo liscio, invece, è adatto a serie sterzo moderne cosiddetti threadless.

Il diametro del cannotto: forcella rigida conica o non conica

La forcella che andrai a scegliere dovrà essere compatibile con il diametro interno del tubo sterzo della tua bici, e di conseguenza con la serie sterzo montata. Lo stelo può essere di diametro constante, ad esempio uno pollice e un 1/8 sia nella parte superiore che in quella inferiore, oppure conico, tapered in inglese. Una forcella rigida tapered avrà, ad esempio, un cannotto da 1 pollice e ½ alla base e 1 pollice e 1/8 alla sommità dove si va a serrare l'attacco manubrio.

Il materiale del cannotto della forcella

Il cannotto forcella può essere di acciaio, alluminio o carbonio. Mentre l'acciaio è destinato a forcelle dove si ricerca la massima robustezza, il carbonio viene utilizzato per avere la massima rigidità al minor peso. L'alluminio è un ottimo compromesso per contenere il peso, e costi, senza sacrificare la rigidità della struttura. Detto del cannotto, passiamo agli steli della forcella.

I vari tipi di steli della forcella

Sono la parte più visibile della forcella, e in una certa misura quella che più la caratterizza. Si differenziano per:

  • Sistema frenante
  • Passaggio ruota
  • Rake
  • Materiale

Il tipo di freno

Le forcelle nascono per alloggiare la pinza del freno anteriore, avremo quindi:

  • Forcella rigida per freni a pattino
  • Forcella rigida per freni cantilever o V-brake
  • Forcella rigida per freni a disco

Solitamente le forcelle per freni rim, come sono anche conosciuti i freni a pattino, sono destinate alle bici da corsa, crono/triathlon o alle BMX. I freni a pattino possono avere l'asola singola sulla testa forcella, oppure i due attacchi nella parte alta degli steli per i freni direct mount. Le forcelle con attacchi per freni cantilever o V-brake vengono generalmente installate su MTB datate o di ingresso di gamma, o bici ibride e trekking. Le forcelle per freni a disco sono ormai universalmente adottate su ogni tipo di bici quindi su bici da corsa, mountain bike, bici gravel, bici ibride, etc. Per il freno a disco troviamo attacchi con standard IS (International Standard), soprattutto nelle forcelle in acciaio, Post Mount, per MTB e Flat Mount, corsa e gravel. Solitamente è possibile installare pinze su attacchi con standard diverso attraverso appositi adattatori.

Le punte forcella

A seconda del tipo di freno troveremo punte, anche dette forcellini, per sgancio rapido o per perno passante. Per i perni passanti, fai attenzione ai diversi diametri e larghezze, per non avere sorprese in fase di montaggio della tua ruota anteriore.

Il passaggio ruota

Per passaggio ruota intendiamo lo spazio che permette allo pneumatico di scorrere all'interno dei foderi della forcella. Se vuoi utilizzare copertoni particolarmente larghi rispetto alla media, tieni in particolare considerazione questo parametro.

Il rake della forcella

Con rake intendiamo il valore espresso in millimetro dell'avanzamento delle punte forcella rispetto alla linea retta immaginaria passante per il tubo sterzo. Il valore più diffuso per la forcella da corsa, per esempio,è di 45 mm. Se non vuoi variare le geometrie, e quindi la guidabilità, della bici, dovresti sostituire la tua attuale forcella con una dal rake uguale o più simile possibile.

Il materiale dei foderi

Da ormai due decenni almeno il carbonio, leggero e dalle ottime capacità assorbenti, la fa da padrone nel materiale di elezione nella costruzione dei foderi per forcella. Per dare provare nuove sensazioni di guida, una forcella rigida MTB 29 carbonio è il santo gral della mountain bike! Ma per costruzioni dove robustezza, come la BMX, o economicità, come il segmento urban, o praticità d'uso, come le bici per viaggi in zone remote, l'acciaio ha ancora molto da dire.

Ricapitolando per scegliere la tua forcella rigida tieni a mente questi parametri:

  • Sistema frenante
  • Diametro ruota
  • Diametro, filettatura, materiale del cannotto
  • Tipo di freno
  • Passaggio ruota
  • Rake
  • Materiale

Ma niente panico, ti aiuterà il nostro filtro, scegliere sarà solo un divertimento! Abbiamo detto tutto, adesso…