Saldi estivi fino al -50% – Vai alle offerte!
Più di 800 marche
30 giorni di reso gratuito
Filtro

La forcella ammortizzata: pedalare sul velluto

Le mountain bike nascono con la forcella rigida. Ben presto, però, su quelle bici nate per affrontare sterrati e salti, è nata l'esigenza di avere una forma di ammortizzazione. Ecco come si affermano le prime forcelle ammortizzate di derivazione motociclistica. Da quei primi anni novanta, di strada, anzi di fuoristrada, ne è passato molto sotto le nostre forcelle ammortizzate da MTB. Ormai sono sinonimo di mountain bike, un componente che determina il carattere della bici. Ma andiamo a conoscerle e vediamo di trovare quella perfetta per te e il tuo modo di fare mountain bike. Continua a leggere

Ordina per Preferenza

Scegliere la forcella ammortizzata: una rapida guida

Il mondo delle forcelle ammortizzate è un universo in piena espansione. I vari modelli si differenziano soprattutto per destinazione d'uso, ogni disciplina della mountain bike ha una tipologia di forcella ammortizzata dedicata.
Ma prima di affrontare questa distinzione, classifichiamole per tipologia costruttiva, e soprattutto capiamo come funzione una forcella ammortizzata.

Come è fatta una forcella ammortizzata

Una forcella ammortizza si compone di cinque parti fondamentali: cannotto, piastra, steli, foderi e punte forcella.

  • Il cannotto è il tubo che si innesta nel tubo di sterzo e che va a interfacciarsi con la serie sterzo. Spesso in alluminio, può però essere anche in acciaio, materiale più pesante, ma anche molto più resistente, o in fibra di carbonio, materiale leggero, ma dai costi di produzione maggiori e non sempre adatto a “essere maltrattato”.
  • La piastra, o testa forcella, è la parte orizzontale superiore della forcella dove si innestano gli steli. Nelle forcelle Gravity si possono trovare due piastre: una collegata alla parte superiore dello sterzo e una alla parte inferiore, per garantire la massima rigidità.
  • Gli steli sono i due tubolari metallici, uno per lato, tranne rarissime eccezioni di forcelle che ne hanno solo uno, che, scorrendo negli steli, determinano l'escursione, o corsa, della forcella ammortizzata.
  • I foderi sono, quindi, “le guaine” dentro le quali scorrono gli steli e dove sono posizionati i sistemi di ammortizzamento della forcella
  • Le punte forcella si trovano all'estremità verso la ruota e determinano il modo con cui quest'ultima si aggancia alla forcella: attraverso uno sgancio rapido o un perno passante.

Le tipologie di ammortizzamento della forcella ammortizzata

Come abbiamo accennato sopra, all'interno dei foderi troviamo il sistema smorzante che dai semplici elastomeri presenti sulle primissime forcelle ammortizzate si è evoluto moltissimo negli anni. Qui andiamo a elencare i sistemi principali.

La forcella a molla

La forcella a molla per MTB è al contempo la forcella montata su bici per giri tranquilli e saltuari e su bici dagli usi ultra gravosi come la Downhill.
Il meccanismo di funzionamento è infatti molto semplice, una molla appunto, ma al contempo garantisce l'ammortizzamento richiesto nei grandi salti e dalle alte velocità in discesa.
È anche il sistema più pesante, ma questo non è certo un fattore limitante, né per i modelli di bici più semplici che mirano a contenere i costi, ne sulle performanti bici delle discipline Gravity.

La forcella ad aria

Probabilmente il sistema di ammortizzamento più leggero, non a caso si dice leggero come l'aria. Per questo viene utilizzata soprattutto sulle bici da Cross Country e Marathon.
È anche relativamente facilmente tarabile attraverso la regolazione della quantità d'aria presente nel circuito con la specifica pompa ad alta pressione per ammortizzatori disponibile tra gli accessori per forcelle

La forcella a olio

Il funzionamento è concettualmente simile a quello delle forcelle ad aria, con la differenza che viene usato dell'olio per smorzare gli impatti.
La taratura avviene anche attraverso l'uso di oli di differente viscosità.

La forcella mista

Ossia la maggior parte delle forcelle in commercio. Le forcelle ammortizzate si sono ormai evolute così tanto che ormai sfruttano le caratteristiche di due o più sistemi, ad esempio la molla in compressione e l'idraulica per il ritorno.
Ogni produttore trova il suo mix ideale per garantire il massimo delle prestazioni e delle personalizzazioni delle proprie forcelle.

Forse fino a questo punto abbiamo dato per scontato la terminologia legata alle forcelle ammortizzate, ma rimediamo subito.

Breve glossario della forcella ammortizzata

Blocco
Se l'ammortizzazione è un innegabile vantaggio in discesa e sullo sterrato, può diventare una resistenza in salita e su fondo compatti.
Per questo, le forcelle dedicate alle specialità più pedalate sono dotate un blocco, spesso con comando remoto al manubrio, per inibire l'ammortizzazione quando non serve o addirittura può essere controproducente.

Compressione
È l'affondamento della forcella: quanto esso sia veloce e lineare determina il “carattere” della forcella. La taratura serve per personalizzare questa caratteristica.

Escursione
Con questo parametro, espresso in millimetri, si definisce quanto gli steli affondano nei foderi.
A grandi linee, a maggior escursione corrisponde un maggior potere ammortizzante su salti e drop.

Rebound
L'altra faccia della medaglia della compressione. Il rebound, o ritorno, è quanto velocemente la forcella ammortizzata ritorna nella sua posizione di riposo.
La velocità del rebound, sulle forcelle più evolute, può essere modificata attraverso la taratura.

Sag
Essenzialmente, è il valore dell'affondamento della forcella a riposo sotto il peso del rider. Questo valore viene neutralizzato attraverso la taratura.

Taratura
Possiamo definirla come la personalizzazione della forcella. Attraverso i vari parametri che le forcelle mettono a disposizione, ogni rider può adattare questo componente alle proprie caratteristiche fisiche, come il peso, e stile di guida.

La forcella ammortizzata MTB, per tutte le discipline… e non solo MTB

Dopo aver analizzato l'anatomia delle varie forcelle ammortizzate, vediamo quali tipologie meglio si adattano alle varie discipline della mountain bike, con una “divagazione” nel Gravel.

La forcella ammortizzata XC & Marathon

Parliamo delle specialità più pedalate della mountain bike. Su queste bici si ricerca leggerezza e agilità e la forcella non fa eccezione. 
Ecco le caratteristiche delle forcelle normalmente utilizzate sulle mountain bike da Cross Country e Marathon:

  • Blocco totale
  • Piastra singola
  • Escursione tra 80 e 100 mm, con eccezioni fino a 120 mm
  • Sistema ammortizzante ad aria od olio

La forcella ammortizzata Trail e All-Mountain

La terra di mezzo della MTB. Non sono bici che ricercano la massima prestazione in salita, in discesa non sono votate alla prestazione, ma al conseguimento del divertimento allo stato puro.
Cosa cercare un una forcella da Trail e All-Mountain:

  • Blocco
  • Piastra singola
  • Escursione da 120 a 180 mm
  • Sistema ammortizzante a olio e/o molla

La forcella ammortizzata DH ed Enduro

Qui la forcella lavora al suo massimo, non sono ammessi compromessi su peso e rigidità.
Le caratteristiche che non possono mancare su una forcella ammortizzata da DH ed Enduro:

  • Doppia piastra
  • Escursione da 180 mm e oltre
  • Sistema a molla
  • Steli oversize

La forcella ammortizzata Gravel

Eterno dilemma, le bici da gravel appartengono al mondo delle bici da strada o delle mountain bike?
Essendo una bici dalle mille declinazioni, chi la considera una bici da strada la vede solo con la forcella rigida, chi la inserisce nel mondo della mountain bike la vuole con la forcella ammortizzata per spianare i terreni più dissestati.
E la forcella ammortizzata può tornare comoda anche per usi turistici quando si cerca il massimo comfort.
È un prodotto recentissimo e molto di nicchia, almeno per ora
Vediamo quali caratteristiche hanno gli esemplari di forcella ammortizzata da gravel presenti sul mercato:

  • Estrema leggerezza
  • Piastra singola
  • Escursione minima da 40 o 50 mm
  • Sistemi prevalentemente ad aria

La forcella ammortizzata: un upgrade rivoluzionario per la tua MTB

Avrai capito come questo componente possa cambiare radicalmente la tua esperienza ciclistica.
Ora hai tutti gli elementi per regalare alla tua mountain bike, o bici gravel, una nuova forcella tra le decine di marchi differenti presenti sullo shop online di BIKE24!